Vacanze = esperienza. Non prezzo.

Mauro 8 Agosto 2015
0 people like this post
ota-travel

In risposta all’articolo su Hotel Nerds – Gli hotel hanno perso il rapporto con l’ospite a causa delle OTA.
Le OTA certamente aiutano questo distacco dal cliente, ma non sono la causa principale. Uno dei problemi è l’aumento sconsiderato di burocrazia, che per l’albergatore stagionale che, non potendosi permettere di avere un referente per ogni cavillo burocratico,  deve accollarsi tutti questi impegni e nuove responsabilità. Conoscere le leggi, diventare responsabile sulla sicurezza, antincedio, haccp ecc. ecc. faranno allontanare i proprietari dalla propria clientela…

Un altro problema è sicuramente la crisi dell’Italia, incapace di sostenere il turismo, ma usato come mucca da mungere. Le attività turistiche sono quelle che ancora funzionano, che conoscono sicuramente meno crisi di altri settori. Per questo, ogni giorno nascono obblighi seguiti da sanzioni, nate soprattutto per  far cassa, anziché reale prevenzione.

Ovviamente c’è anche la crisi dell’economia, che ha portato gli Italiani a rinunciare a giorni di vacanze, a scegliere le offerte più convenienti. E’ qui che le OTA hanno tutte le colpe. Fare delle vacanze un mero elenco di costi. Vacanza = prezzo. Attraverso spot TV, newsletter, banner ecc., il messaggio è lo stesso: scegli il minor prezzo!

vacanze come offerte migliori

Per non dover scendere in un’asta al ribasso, la soluzione per gli hotel è quella di riportare il turista a scegliere una vacanza, che sia una esperienza. Un insieme di servizi ed attività, sensazioni, indivisibili tra loro. Ed invece, la formula all inclusive accolta da tutta la riviera adriatica, ha messo gli hotel nudi uno contro l’altro. Il confronto è semplice. Hotel + spiaggia…ed il prezzo totale è fatto. Non resta che fare una richiesta generica a tutta la Riviera e trovare l’offerta migliore.

Per fortuna, non tutti cascano in questa trappola. Chi sono i fortunati? Quelle strutture ricettive che hanno saputo specializzarsi. Puntare su una nicchia specifica, unendo alla lista dei servizi, attenzioni, sensazioni, esperienze autentiche che il turista può vivere, creando pacchetti sempre nuovi ed interessanti. Alcuni esempi: uscite in barca a vela, corsi di cucina, cene in cantine, serate danzanti, attività sportive, scuole ecc. ecc. ma anche camere tematiche come la Sharky Room o le Love Suite.

Interessanti esempi sono contenuti nei pacchetti come SmartBox, dove la vacanza è un insieme di esperienze, non una lista della spesa e nel portale Find Your Italy, che propone vacanze come esperienze uniche.

Altra soluzione per slegare la vacanza al prezzo, è la realizzazione di eventi, grazie ai quali è possibile “aggredire” nicchie di turismo, altamente interessate a vivere una esperienza, che il prezzo assume un ruolo meno importante.

eventi vacanze esperienziali

Category: Marketing
  • 0
  • 721

Leave your comment

Mostra Social
Nascondi Social